Casoria, sgominata banda del buco

Sequestrano un interno condominio per rubare in una tabaccheria, ma uno di loro cade e viene ricoverato al Cardarelli. Gli altri sono ai domiciliari

sparatoria

CASORIA. Bloccano un intero palazzo con una scala metallica per rubare in una tabaccheria, ma uno di loro cade e si rompe una vertebra. È successo in via Cavour, nel quartiere di Arpino a Casoria. I tre malviventi avevano utilizzato picconi e piedi di porco per praticare un foro nel muro esterno del negozio preso di mira.

Un piano criminale finito male perché i ladri sono stati arrestati dai carabinieri, e uno di loro per sfuggire ai militari è caduto da un piano rialzato, spaccandosi una vertebra. Ora Nicola De Maso, 46 anni, napoletano, è ricoverato al Cardarelli di Napoli in prognosi riservata, ma non è pericolo di vita. I suoi due complici, Salvatore Maresca, 34 anni, di Napoli e Antimino Morlando, 39 anni, di Sant’Antimo, nonostante si fossero nascosti dietro un muretto di calcinacci in un locale disabitato, sono stati individuati e ammanettati dai militari della caserma di Arpino, diretta dal luogotenente Agostino Polverino. Su diposizione del magistrato di turno presso la Procura di Napoli Nord, Morlando e Maresca sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa di essere processati per direttissima per tentato furto e danneggiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.