Bomba carta a Torre Annunziata, il sindaco: “Solidarietà”

Il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione esprime solidarietà all'attività commerciale danneggiata e chiede di non abbassare la guardia

TORRE ANNUNZIATA. Qui di seguito una nota del sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione relativamente alla bomba carta lanciata contro un’attività commerciale.

Bomba carta Torre Annunziata, la nota del sindaco

«L’Amministrazione Comunale di Torre Annunziata – afferma il sindaco Vincenzo Ascione – condanna l’ennesimo episodio di natura criminale che ha colpito un’attività commerciale del nostro territorio. Nonostante l’intensa attività della Magistratura e delle Forze dell’Ordine, che ha portato negli ultimi mesi a decine di arresti, è ancora presente, seppur molto ridimensionato, il fenomeno della criminalità organizzata e non. Ma per sconfiggere definitivamente il sistema camorristico – prosegue il primo cittadino – occorre la collaborazione di tutti: Amministrazione Comunale, imprenditori e cittadini. Fin dal suo insediamento, il governo della città ha posto in primo piano il rispetto della legalità e la trasparenza degli atti amministrativi quale argine nei confronti del malaffare. Occorre che anche i commercianti, se vessati, collaborino con le forze dell’ordine e denuncino eventuali atti intimidatori ed estorsivi nei loro confronti. Il “modello Ercolano”, che negli ultimi anni ha permesso di assestare un duro colpo alla criminalità e agli esattori del pizzo – continua Ascione – deve essere importato anche nella nostra città. E le associazioni presenti sul territorio, come “Libera” e quella dei commercianti, possono fornire un aiuto concreto per contrastare il racket. Ci stiamo anche attivando per far ripartire, nei prossimi giorni, l’Osservatorio per la legalità. L’Amministrazione Comunale – conclude il Sindaco – esprime la propria solidarietà e vicinanza nei confronti del commerciante che ha subito, ieri notte, il vile atto intimidatorio, incoraggiandolo – nonostante tutto – a proseguire per il futuro la sua attività».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.