Eav, 350 assunzioni: informazioni e dettagli sul bando

Eav assume diplomati e laureati. Il bando - si legge sul sito della Regione Campania - verrà pubblicato sul sito dell'Eav

NAPOLI. Eav assume diplomati e laureati. Il bando – si legge sul sito della Regione Campania – verrà pubblicato sul sito: https://www.eavsrl.it/web/ entro il 10 agosto 2018, la data di scadenza di presentazione delle domande è fissata al 7 ottobre 2018.

Eav, 350 assunzioni: i requisiti di ammissione

Diplomati: Diploma di Istruzione Secondaria Superiore di secondo grado (5 anni) con votazione minima 48/60 (vecchio ordinamento), 80/100 (nuovo ordinamento) – per gli operatori di esercizio è necessario essere in possesso di patente categoria D o E e di CQC con punteggi residui non inferiori a 15. Per gli Operatori Qualificati il limite di votazione minima è superato se in possesso di certificazioni riconosciute dall’ANSF (Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria).

Laureati: laurea specialistica con votazione minima di 105/110 ovvero di 95/110 se in possesso di abilitazione alla professione.

La società di trasporti regionali ha fatto registrare un utile di 34 milioni di euro nel 2017 e grazie agli incentivi previsti e al naturale pensionamento di unità lavorative è pronta a rinnovare per migliorare la produttività dell’azienda.

Le assunzioni avverranno tramite una società esterna che valuterà le domande e garantirà un processo di selezione attraverso dei criteri oggettivi.

Il commento

“Siamo orgogliosi di far partire questo piano assunzioni – dichiara il Presidente De Luca – perché abbiamo risolto il problema finanziario che l’azienda aveva tre anni fa: 600 milioni di debiti. Oggi chiudiamo in utile. Un lavoro gigantesco che fa oggi dell’EAV una fra le più importanti aziende di trasporto pubblico dell’Italia intera: abbiamo riaperto cantieri chiusi da anni, abbiamo qualificato il servizio, esteso all’area cumana e nella costiera sorrentina con i treni notturni durante i weekend, soprattutto abbiamo varato un acquisto di mezzi, treni e bus, che nei prossimi mesi e anni saranno al servizio dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.