Assunzioni maestre, il Comune prepara il ricorso al Tar

Il Comune di Napoli prepara il ricorso al Tar per procedere all'assunzione di maestre ed educatrici nelle scuole cittadine

maestre

NAPOLI. Il Comune prepara il ricorso al Tar per assumere le maestre nelle scuole della città e sciogliere quindi i nodi di un’annosa questione che si protrae ormai da un decennio.

Durante la riunione di lunedì 30 ottobre, l’assessore Enrico Panini ha fatto il punto della situazioni sulle assunzioni a tempo determinato di maestre ed educatrici. A tal proposito, l’assessore ha spiegato che il Comune è in procinto di presentare ricorso al Tar a cui seguirà la richiesta di sospensiva.

 

Le novità sulle assunzioni delle maestre

 

La situazione interessa molto da vicino le maestre. Infatti, nel caso in cui venisse concessa la sospensiva al Tar, i contratti a tempo determinato di maestre ed educatrici potrebbero essere rideterminati al 31 dicembre 2017. In tal caso, il servizio sarebbe assicurato per tutto il 2018.

Secondo quanto illustrato da Giovanni Paonessa (Diritto all’istruzione) le assunzioni delle maestre dovrebbero così configurarsi: la delibera del luglio 2017 prevedeva l’assunzione di 28 maestre a tempo indeterminato e 90 maestre ed educatrici a tempo determinato.

Ad agosto un’ulteriore delibera aggiungeva la necessità dell’assunzione di  altre 19 maestre a tempo determinato.

Attualmente sono stati assunti 27 dipendenti a tempo indeterminato più altre 10 maestre a tempo determinato, di cui 2 per il sostegno.

Allo stato attuale delle cose potranno essere assunti a tempo determinato ancora 66 dipendenti, tra maestre ed educatrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.