Assistenza ai bambini diversamente abili, al via “Estate in Villa 2018”

È partito "Estate in Villa 2018", il campo dedicato ai ragazzi con disabilità psichica e motoria di San Giorgio a Cremano

SAN GIORGIO A CREMANO. Assistenza ai diversamente abili anche nei mesi estivi. È partito “Estate in Villa 2018”, il campo dedicato ai ragazzi con disabilità psichica e motoria di San Giorgio a Cremano che si svolgerà in Villa Falanga fino al 15 settembre. Oltre due mesi di laboratori, iniziative, stage e quest’anno anche escursioni e feste a tema. Il progetto, voluto dall’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno e realizzato dall’Ati Teseo,  rappresenta l’integrazione al servizio di assistenza scolastica che si estende, in questo modo, anche ai mesi estivi.

“Estate in Villa 2018” a San Giorgio a Cremano

I ragazzi impegnati nel progetto sono 26, tutti tra i 6 e i 18 anni e sono coloro che già hanno fruito del servizio di assistenza  messo a disposizione dall’amministrazione, durante l’anno.  Di questo gruppo, 10 continuano ad avvalersi dell’assistenza domiciliare in quanto impossibilitati ad uscire di casa, gli altri condividono attività ludico-ricreative tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, nella villa che si trasforma per questi mesi in una vera e propria “villa sociale” e che comunque resta aperta al pubblico.

 Gli operatori dell’Ati Teseo  dal lunedì al venerdì saranno al fianco dei ragazzi, sostenendoli e coinvolgendoli nelle iniziative previste, tra cui laboratori emozionali, ludico-artistici ed espressivi. Oltre alle attività previste poi, si svolgeranno due gite con percorsi idonei ai diversamente abili e strutture dotate di servizi capaci di accogliere i partecipanti. Infine, sempre dal primo agosto prenderanno il via anche eventi pomeridiani, in cui i ragazzi saranno impegnati in laboratori a tema finalizzati alla crescita personale, all’autostima e alla convivenza in comunità.  In questi casi è prevista anche la partecipazione di bambini e adolescenti normodotati, purchè accompagnati da un genitore, che potranno interagire con i giovani diversamente abili, nell’ottica di una completa integrazione. In serbo anche un’interazione tra questi progetti e il Labboratorio Città dei Bambini e delle Bambini.

Non si tratta della semplice organizzazione di attività ludico-ricreative ma di un vero e proprio supporto educativo messo in atto nella stagione in cui le famiglie, ma anche gli stessi ragazzi, si sentono più soli – spiega il sindaco Giorgio Zinno. Quest’anno abbiamo ampliato il progetto con ulteriori opportunità per queste categorie, mettendo in campo tutti gli strumenti di sostegno a disposizione per alleviare il carico delle famiglie e per non interrompere il percorso di assistenza e integrazione che questi ragazzi hanno già svolto durante l’anno con i loro operatori”.

“La continuità socio-assistenziale ed educativa è un pilastro dell’Amministrazione Zinno – conclude Manuela Chianese, assessore alle Politiche Sociali. La Città di San Giorgio a Cremano si conferma attenta ai diritti di tutti i bambini e adolescenti e sensibile alle famiglie sangiorgesi. E’ in questa direzione che intendiamo proseguire per offrire sempre migliori servizi ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.