Amministrative 2018 Cercola, intervista a Pasquale Tammaro

Intervista ai candidati alla carica di sindaco in occasione delle elezioni amministrative 2018: qui di seguito le risposte del candidato Pasquale Tammaro

CERCOLA. Intervista ai candidati alla carica di sindaco in occasione delle elezioni amministrative 2018: qui di seguito le risposte del candidato Pasquale Tammaro alle domande della redazione de L’Occhio di Napoli.

Comunali 2018 Cercola, intervista a Pasquale Tammaro

1) Cercola al voto: perché ha scelto di candidarsi alla tornata elettorale del 2018?

1) Così come è scritto sulla brochure (riprendendo una frase di Enzo Tortora quando ritornò a Portobello dopo la triste esperienza giudiziaria)…DOVE ERAVAMO RIMASTI… ci siamo rimessi in gioco, dopo cinque anni di immobilismo, per rendere giustizia e rilievo alla nostra pregressa esperienza amministrativa e per portare a termine le opere e i progetti rimasti inevasi.

2) I primi cento giorni del suo mandato in caso di vittoria: quali sono i primi provvedimenti che approverà con la giunta e il consiglio?

2) a) Delocalizzazione comando Polizia municipale a Caravita b) Esternalizzazione servizi tributi per recupero evasione fiscale c) Recupero accordo IACP per dismissione patrimonio comunale d) Riattivazione delle videocamere già presenti sul territorio e attualmente in disuso e) Assunzione a tempo determinato e parziale di 4 unità di agenti di polizia municipale.

3) Su cosa si concentrerà successivamente la Sua amministrazione?

3) Così come è scritto nel programma vorremmo rendere Cercola una città vivibile e sicura realizzando finalmente la Villa Comunale, potenziando il corpo di polizia municipale e le videocamere sul territorio, realizzando il piano parcheggi e viabilità, riorganizzando la macchina comunale rendendola efficiente e fruibile da parte del cittadino, attuando un nuovo dimensionamento scolastico con la riduzione delle aule alla De Luca Picione e la realizzazione di un refettorio e la realizzazione di una scuola media superiore, riutilizzando le risorse della dismissione del patrimonio comunale per attuare il progetto già previsto per la 219 di Caravita che prevede una nuova via di collegamento tra via Serao e via A. Moro la realizzazione di strutture del terziario ( negozi et c.) e una nuova sede postale tale da rendere anche quella zone parte viva ed integrata con il resto del paese. Vogliamo una città capofila con il recupero dell’accordo con i 18 comuni vesuviani per la gestione autonoma della smaltimento dei rifiuti e la realizzazione degli impianti intermedi in modo da abbattere di oltre il 50% la TARI. Vogliamo Cercola come una città dell’accoglienza a vocazione turistica con l’ingresso nel parco nazionale del Vesuvio, nell’area turistica costiera-vesuviana e nel recupero delle tradizioni (Piennolo, crisommola, via dei Fujenti).

4) Sarà una giunta prettamente politica o ci saranno anche dei tecnici?

4) Non avendo alcun legame la giunta sarà formata da eccellenti professionisti locali sia con esperienza che alla prima esperienza.

5) Il Suo appello all’elettorato e il Suo appello a chi avrebbe deciso di astenersi.

5) Astenersi significherebbe dare ad altri la possibilità di decidere il futuro del proprio territorio per cui invito tutti a votare il candidato sindaco che più si confà alla propria visione e alle proprie aspettative.

ELEZIONI COMUNALI 2018 CERCOLA, LISTE E CANDIDATI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.