Aggrediti medici e infermieri: “Visita mio figlio o ti sparo”

Aggrediti medici e infermieri al pronto soccorso del Santobono di Napoli. Si trasforma poi in un codice giallo a causa delle minacce del padre

NAPOLI. Aggrediti medici e infermieri al pronto soccorso del Santobono di Napoli. Inizialmente assegnato al bambino un codice verde, si trasforma poi in un codice giallo a causa delle minacce del padre.

Aggrediti medici e infermieri al pronto soccorso, costretti a cambiare l’urgenza del codice

Inaccettabile secondo i medici che il figlio della coppia dovesse essere visitato prima senza rispettare le urgenze ed il triage. Da qui parte la minaccia nei confronti di tutto il personale con un semplice e chiaro «Visita prima mio figlio o prendo la pistola e ti ammazzo». Ennesima aggressione verificatasi nei confronti del personale sanitario.

A nulla è servito l’intervento delle guardie giurate e la situazione si è tranquillizzata soltanto quando il codice d’urgenza, assegnato precedentemente di colore verde, è poi stato cambiato in giallo.

Il bambino è quindi stato visitato e tenuto in ospedale per tutti gli accertamenti del caso.


INFLUENZA A:PRIMARIO COTUGNO,ORGANIZZATI PER EVENTUALE PICCO


La denuncia

A denunciare l’accaduto è stata l’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” sulla propria pagina Facebook pubblicando anche il referto del medico passato all’attenzione delle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.