Abbandono di rifiuti, denunciato: scatta sanzione di 600 euro

Denuncia per abbandono di rifiuti e 600 euro di multa per il titolare di una ditta individuale di Acerra: tutti i dettagli

ACERRA. Denuncia per abbandono di rifiuti e 600 euro di multa per il titolare di una ditta individuale di Acerra scoperto, durante la quotidiana attività dei vigili urbani di Acerra sul corretto conferimento dei rifiuti solidi urbani fortemente voluta dal sindaco Raffaele Lettieri, ad abbandonare rifiuti per strada.

Abbandona rifiuti ad Acerra, multato e denunciato

L’accertamento è avvenuto questa mattina, gli uomini del comando di polizia municipale hanno infatti aperto alcune buste nere, sigillate ed abbandonate sul ciglio della strada di Via Molino Vecchio. Dalla verifica del contenuto sono emersi rifiuti solidi urbani, in particolare cavi e materiale elettrico e alcuni documenti di consegna e fatture. Grazie a questi documenti contabili i caschi bianchi sono risaliti al titolare della ditta che si occupa di installazione e manutenzione di impianti idraulici e di condizionamento e che risulta essere un cittadino di Acerra.

Per questi è scatta la sanzione amministrativa di 600 euro di multa e la denuncia per abbandono di rifiuti. In corso, da parte degli uffici preposti, anche ulteriori accertamenti in merito alla regolarità dei pagamenti dei tributi locali in materia di conferimento dei rifiuti.

Inoltre, il bilancio del controllo di oggi sul corretto conferimento dei rifiuti ha portato a multare anche altre 6 persone per abbandono di rifiuti. Si tratta di un’attività eseguita anche grazie all’ausilio delle fotocamere trappola mobili, installate dall’Ente in diversi punti critici, grazie alle quali è stata incrementata la sorveglianza, riuscendo a fotografare e filmare alcuni autori dell’abbandono illecito dei rifiuti, come accaduto ieri con la sanzione  da parte dei vigili urbani di Acerra di 600 euro di multa, ai danni di un cittadino non residente ad Acerra, fotografato a bordo della proprio auto, mentre abbandonava illegalmente rifiuti ingombranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.